Sospensione

 

Fuori da me, 
nello spazio, 
errante,
la musica dolente di un valzer;
dentro me, 
profondamente nel mio essere,
la musica dolente del tuo corpo;
e in tutto, 
vivendo l’istante di tutte le cose,
la musica della notte rischiarata.
Il ritmo del tuo corpo nel mio corpo…
Il dolce giro di valzer lontano,
titubante…
i miei occhi che bevono i tuoi occhi, 
il tuo viso.
E il desiderio di piangere, 
che giunge da tutte le cose.

Vinicius De Moraes

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...