Siamo tutti fuggitivi…

 
Siamo tutti fuggitivi.
Fuggiamo dai ricordi.
Dagli sguardi.
Fuggiamo da noi stessi.
Persino dai nostri sogni fuggiamo.
Fuggiamo dal dolore,
per tornare al dolore del nostro presente.
Angelo De Pascalis
 
Quante, troppe, troppe volte, sono fuggita dal dolore, anzi dai dolori…poiché il dolore sa avere tante facce e tante età…o almeno ci ho provato, invano, perché mi ha sempre seguita, fuori e dentro me stessa, in luoghi pieni di gente ed in luoghi solitari, come ombra malefica ed appiccicosa, eppure costruttiva! Nella vita non vi è miglior maestro del dolore : anche se tutti volentieri ne faremmo a meno, con la sua lucida durezza, con il lacrimante strazio che spesso ci impone, ci consente di “crescere”, di imparare, da esso, dagli altri e da noi stessi, e di diventare, pian piano, o freddi ed insensibili (ma spesso è solo una corazza protettiva) o, ed è questo il mio caso, intensamente empatici verso il dolore altrui, sino a farsene solidale carico, aumentando così il peso del proprio già “pesante” bagaglio! Non ci si abitua mai ad esso, in verità, ogni volta riesce a coglierci di sorpresa, oppure, quando sembrava ormai assopito, riesce prontamente a riaprire vecchie ferite, solo apparentemente rimarginate, che subdolamente tornano a sanguinare e ad indebolirci, almeno fino a quando non tiriamo fuori il bendaggio di fittizi lenimenti, o cicatrizzanti valori quali fede ed umana dignità, che insieme a sentimenti quali l’affetto e l’Amore o al “volo” alto che ci consentono i Sogni, ci temprano e ci spronano a reagire. Del resto la vita rimane un dono unico e meraviglioso e merita di essere goduta così com’è, con i suoi tanti dolori e le sue tante gioie, piccole e grandi, per quanto effimere; con le sue irte salite e le sue improvvise discese, con le tante delusioni ed i nuovi sogni ai quali appigliarsi per andare avanti, per continuare a veder sorgere, con cuore sempre e comunque fiducioso, rosee albe e dorati tramonti; per tornare ad emozionarsi con la musica, la poesia e l’arte, ma soprattutto con un abbraccio, una carezza, un sorriso o uno sguardo pieno d’amore e di tenerezza, donato, ricevuto, o anche solo immaginato…
© Antonella P. Di Salvo 
 ★
 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...