* Acrobazie, del corpo e dell’anima *

Sul palco ci arriva in carrozzina ma in aria ci va da sola, da vera ballerina qual è, sollevandosi per le sue acrobazie con la forza delle sue braccia e della sua volontà. Perché Lauren Watson, australiana della Gold Cost, non è un’acrobata qualsiasi: aveva 19 anni (correva l’anno 2000) quando rimase vittima di un incidente d’auto che cancellò gran parte della funzione motoria e della sensibilità alle gambe. “Paraplegia incompleta”, è il termine esatto: i medici furono chiari, il suo destino sarebbe stato su una sedia a rotelle. Lauren lo accettò ed elaborò un piano B.
Avevo bisogno di qualcosa di divertente ed emozionante che mi permettesse di mettermi alla prova. Dovevo trovare una sfida per me stessa e dovevo muovere il mio corpo”, racconta ripensando a quei giorni di rinascita. Passa in rassegna tutti gli sport finché s’imbatte nella danza acrobatica: “che cosa c’è di più stimolante di una persona appesa a testa in giù, aggrappata a delle fasce che pendono dal soffitto e che può utilizzare solo la metà del loro corpo?”. Niente, naturalmente.
Trovata la disciplina che faceva al caso suo, Lauren si mette al lavoro: “Ho contattato diverse scuole, ma nessuno si decideva a darmi una possibilità. Quando stavo iniziando a pensare che fosse una cattiva idea, è arrivata una chiamata da una scuola chiamata Industry Aerial Arts: erano più che felici d’incontrarmi per scoprire che cosa avrei potuto fare”. Due anni dopo e nonostante il parere contrario del suo fisioterapista, “nel meraviglioso mondo dell’arte aerea” Lauren ha trovato la sua strada: “non solo sto in piedi per periodi di tempo sempre più lunghi, ma mi arrampico e sto appesa a testa in giù”.
Insomma, se fare l’acrobata prima era un sogno, poi una sfida con se stessa, oggi è quasi il suo lavoro a tempo pieno che ha soppiantato quello di graphic designer freelance. Le sue performance acrobatiche – “tutte ispirate all’amore” – sono tanto poetiche quanto precise e a vederla sospesa, bellissima, mentre una carrozzina vuota l’attende sul palco, viene la pelle d’oca. La sua è una lezione di vita, per tutti.
Ciascuno di noi, nella vita, fa i conti con qualcosa che lo opprime – riflette Lauren che non ha paura di guardare le cose così come sono, senza orpelli -. Io mi confronto con la mia disabilità. Ma niente può fermarti, se non te stesso: se davvero vuoi qualcosa lotta per ottenerlo”. Lei, la sua battaglia, la combatte tutti i giorni a ritmo di danza, “ben consapevole di quali sono i miei limiti, di dove posso arrivare e quando mi devo fermare”. I traguardi si spostano sempre un po’ più in là, un’emozione dopo l’altra, in volo, con un sorriso grande così disegnato sul volto della ballerina: “Io voglio vivere una grande vita. Voglio arrivare così in alto che i miei nipoti e i loro figli possano guardarmi ed esclamare: wow, lo possiamo fare anche noi!”.
Copyright foto: Facebook@Lauren Watson

 

http://magazinedelledonne.it/news/content/2142477-lauren-la-ballerina-che-sfida-la-paralisi-con-le-acrobazie

  • * Acrobazie spirituali *

Quante acrobazie, anche spirituali, a volte siamo costretti a fare pur di non “appesantire” ulteriormente la nostra già sin troppo gravata anima! I tempi sono estremamente “difficili”… eccoci allora intenti a volteggiare, talvolta un po’spauriti e confusi ma comunque fortificati dalle nostre tante fragilità sconfitte, fra un doppio senso ed una provocazione; fra un gioco di luci e di ombre; con determinazione e pazienza protesi sempre e comunque verso la Luce, sempre intenti a ricercare un angolo di pace e di serenità, forse virtuale ed illusoria, in mezzo a tanta “agitazione” fisica, mentale e spirituale di un mondo reale in cui il male, l’egoismo e l’indifferenza sembrerebbero purtroppo averla quasi sempre vinta… ma che in realtà sempre più spesso vengono sottomessi da un bene conquistato indubbiamente con fatica e del quale poco si parla, ma che pian piano sta mettendo radici salde e profonde nei tanti cuori puri che con intatta sensibilità e straordinaria forza interiore ancora resistono agli assalti del male, dell’egoismo e della grettezza d’animo di questa vacua società che tende a guardare più alle apparenze che alla sostanza.

© Antonella P. Di Salvo

 

Annunci

2 thoughts on “* Acrobazie, del corpo e dell’anima *

  1. Ben vengano le testimonianze di persone che sanno amare la vita benchè siano stati pesantemente messi alla prova; nonostante il loro pesante disagio le persone come lei ,come Ezio Bosso e altri ci danno una lezione importante col loro impegno costante Una lezione di vita che fa riflettere su come sia errato lamentarsi per degli stupidi capricci quando chi ha difficoltà ben più concrete e serie non si perde d’animo e cerca con energia di adattarsi a una vita non sacrificata ma semplicemente diversa da come l’aveva vissuta prima. Questa loro enorme forza d’animo ci dà modo farci osservare ed affrontare la Vita con occhi diversi.
    Buon pomeriggio,Daniela

    • Non posso che condividere, parola per parola, quanto affermato nel tuo gradito commento, Daniela! Spesso le più importanti “lezioni” su come vivere la vita e amarla come merita, ci vengono proprio dai più sofferenti, da coloro che come Ezio Bosso o Lauren Watson “sono stati messi pesantemente alla prova”; mentre, viceversa, chi gode di privilegi fisici, mentali ed economici, frequentemente sfrutta la vita… senza mai davvero apprezzarne il profondo valore… lamentandosi per ogni minima cosa e talvolta dando più importanza a ciò che è effimera apparenza piuttosto che a tutto ciò che di bello e puro possono ad esempio offrirci l’arte, la musica, la natura, gli animali, i bimbi, che riescono, contrariamente agli adulti, a stupirsi ancora e a dare il giusto valore alle cose più “piccole e semplici”, le più preziose, quelle che nel quotidiano si danno per scontate. Ti ringrazio e ti auguro a mia volta buon pomeriggio 🙂
      Antonella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...